Le origini del Basket, alla scoperta della palla a spicchi

le origini del basket

Le origini del Basket affondano nel Nord America e più precisamente in Canada. In Italia è conosciuta anche come pallacanestro, e per via della conformazione della palla che si utilizza per il gioco, viene soprannominata palla a spicchi.

Il creatore, l’inventore di questo sport è un solo uomo: il professor James Naismith, un professore di educazione fisica presso la YMCA, International Training School di Springfield nel Massachusetts. Il paradosso è che il professor Naismith ha pensato ad uno sport che potesse mantenere in allenamento i giocatori di football nei periodi invernali, nel chiuso delle palestre del Massachusetts, come alternativa alla semplice ginnastica. Quindi da alternativa a quello che era allora come oggi lo sport più popolare del Nord America, a sport tra i più popolari al mondo.

Le origini del basket affondano nel duck on a rock, un gioco canadese basato sul lancio di pietre contro un sasso più grosso posto in bilico su di un ceppo, fino a farlo cadere. Da quel lancio di pietre, il professor James il 15 dicembre 1891 (questa pare sia la data ufficiale dei natali del basket) da alla luce la pallacanestro. Inizialmente questo sport era regolamentato da 13 norme, e vedeva all’interno di una palestra, due cesti posti alle due estremità del rettangolo di gioco; inizialmente le due squadre era formate da nove giocatori per parte.

Il nome invece fu coniato da uno degli allievi di Naismith, l’alunno Frank Mahan, unendo le due parole di cesto e palla (Basket-Ball). La prima partita della storia del basket, fu disputata il 21 Dicembre 1891 nella palestra della YMCA, con due cesti di vimini posti alle due estremità del campo, e in caso di canestro per il recupero della palla si utilizzava una scala. Il 15 gennaio dell’anno successivo, il 1892, il professor Naismith pubblicò le prime regole di gioco, e dopo 5 giorni fu giocata la prima partita ufficiale. Per la cronaca, terminò 1-0 in quanto solo un canestro riuscirono a fare le due squadre in campo. L’autore del primo canestro della storia dalle origini del basket, fu William Richmond Chase.

Dalle origini del basket, in breve tempo come un virus si diffuse in tutto il Nord America soprattutto negli Stati Uniti, e subito dopo anche in Europa. Gli allievi del prof. Naismith divennero veri e propri missionari del basket, portando il messaggio oltre i confini americani. Con l’introduzione dei Giochi Olimpici, si pensò di inserire la pallacanestro come sport olimpico. Avvenne per la undicesima edizione dei giochi tenutasi a Berlino nel 1936. La medaglia d’oro la vinsero gli Stati Uniti in finale contro il Canada, e la medaglia d’oro alla squadra statunitense la consegnò lo stesso Naismith in persona. Una curiosità. Durante la terza edizione dei giochi, tenutisi a St. Luis del 1904, fu disputato un torneo di basket non riconosciuto dal CIO, ma che fece da prologo all’introduzione della palla a spicchi nel programma ufficiale dei giochi.

La vera esplosione dello sport avvenne a ridosso del secondo dopoguerra, nel 1946, quando fu istituita la National Bascketball Association (NBA), che aveva come obbiettivo di organizzare un torneo professionistico e rendere sempre più popolare la pallacanestro negli states. In Europa la diffusione avvenne in particolar modo negli anni ’60. Nonostante le origini del basket affondino nel Nord America, l’Unione Sovietica fu per anni una delle più forti realtà al mondo. Infatti per decenni fu l’unica nazionale in grado di poter competere con quella statunitense.

photo credit: Martin Gommel via photopin cc

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>