Salto con gli sci: volare tra le nevi

salto-con-gli-sci

 

Il salto con gli sci è una di quelle discipline che lascia sempre a bocca aperta. Molti considerano un pò folli gli atleti, in quanto ci vuole molto coraggio e una dose di pazzia, per lanciarsi nel vuoto con ai piedi un paio di sci.

Come molti sport invernali nasce in Norvegia. I primi salti dal trampolino con ai piedi degli sci, avvennero verso la metà dell’ottocento a Morgedal, un piccolo villaggio nella regione di Telemark, vero serbatoio di sciatori e appassionati delle nevi. La prima gara di salto con gli sci invece, si è svolta nel 1862 nel sud della Norvegia. Precisamente a Morgedal. La gara che invece ebbe rilevanza e richiamo internazionale, si tenne a Holmenkollen, una collina che sovrasta Oslo.

Ancora oggi ad  Holmenkollen si svolge annualmente la prestigiosa gara, che richiama ogni anno atleti e decine di migliaia di spettatori appassionati da tutto il mondo. Dal 1924 è stata inserita come disciplina olimpica ai giochi olimpici invernali. Per decretare il vincitore, vengono assegnati dei punti dalla giuria che vanno da 1 a 20.

I mondiali si svolgono ogni 2 anni, in quelli dispari. La competizione più prestigiosa del circuito è la Tournèe dei quattro trampolini, che prese il via nel 1952. Gara questa molto importante, surclassata solo da Olimpiadi e Mondiali. Si tratta di quattro gare che si disputano tra dicembre e gennaio. I trampolini di lancio sono due in Germania e due in Austria, ovvero: Obersfdorf e Garmisch – Partenkirche in Germania, Innsbruck e Bischofen in Austria. Al termine delle quattro gare, il saltatore con il punteggio più alto vince la tournèe.

Il record del salto più lungo è di 246,5 metri, ed è stato realizzato nel 2011 dal norvegese Johan Remen Evensen a Vikersund (Norvegia). Lo sport si pratica sia a livello femminile che maschile, e oramai è diffuso in molti paesi, non solo quelli nord europei.  Curioso che una delle nazioni con maggiori vittorie è il Giappone.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>